Il centro storico e il ghetto ebraico

Pitigliano, uno dei borghi più belli d’Italia, ha un incantevole centro storico che può essere visitato in un paio d’ore, ma per godere appieno dei suoi vicoli e della sua atmosfera rilassata è consigliabile dedicare qualche ora in più.

Centro Storico

Il centro storico di Pitigliano si sviluppa lungo tre vie principali: via Roma, via Zuccarelli e via Vignoli. Passeggiare per questi vicoli significa immergersi in un’atmosfera d’altri tempi, tra vecchi edifici, piccole piazzette e scorci pittoreschi.

L’Acquedotto Mediceo

Arrivando a Pitigliano, si noteranno i resti dell’acquedotto Mediceo, una struttura del XVI secolo composta da 15 archi, di cui i primi due di dimensioni maggiori. L’acquedotto, completato nel 1639, serviva a portare acqua al borgo dai fiumi Lente, Meleta e Prochio. Esso si integra perfettamente con l’architettura del borgo grazie al rivestimento in tufo.

Fontana delle 7 Cannelle e Fontane Gemelle

L’acquedotto Mediceo termina in piazza della Repubblica, dove si trova la fontana delle 7 cannelle, costruita nel 1545 e collegata direttamente all’acquedotto. In piazza della Repubblica si trovano anche le fontane gemelle, costruite agli inizi del XX secolo.

Palazzo Orsini

Dominando piazza della Repubblica, Palazzo Orsini è uno dei più antichi edifici di Pitigliano, risalente all’XI secolo. Originariamente un convento, fu trasformato in una rocca dalla famiglia Aldobrandeschi e successivamente ristrutturato dalla famiglia Orsini nel XVI secolo. Oggi ospita il museo diocesano e il museo civico archeologico.

Quartiere Ebraico e Sinagoga

Via Zuccarelli conduce al piccolo quartiere ebraico, conosciuto come “la piccola Gerusalemme”. Qui si trovano la Sinagoga, costruita alla fine del XVII secolo, e vari locali storici come la cantina Kasher, il macello Kasher e il forno delle Azzime. Il quartiere testimonia la presenza e l’integrazione della comunità ebraica nel borgo.

Chiesa di San Rocco

Tra i vicoli del borgo, si trova la chiesa di San Rocco, un piccolo edificio religioso del XVI secolo, oggi utilizzato principalmente come luogo di preghiera. La chiesa ha subito modifiche nel corso dei secoli e fu chiusa alla fine del XIX secolo, quando parte dell’edificio fu convertito in abitazioni private.

Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo

Il duomo di Pitigliano, situato in piazza San Gregorio, è il principale luogo di culto della città. La cattedrale, menzionata per la prima volta nel XIII secolo, ha subito numerose ristrutturazioni e fu promossa a cattedrale nel XIX secolo. Al suo interno si trovano numerose opere d’arte sacra.

Passeggiate per i Vicoli

Passeggiare per Pitigliano significa perdersi tra vie e vicoletti intrecciati tra di loro, con alti palazzi in tufo decorati da bandierine colorate. La storicità del borgo offre uno scorcio su un tempo sospeso, con portoni in legno scuro e scalinate chiare incorniciate da una timida vegetazione.

La Piccola Gerusalemme e la Città di Tufo

Pitigliano è noto anche come “la piccola Gerusalemme” per la storica presenza della comunità ebraica e “la città di tufo” per le sue caratteristiche geologiche. Il borgo si erge su un promontorio di tufo, e molti edifici sono costruiti utilizzando questo materiale, che dona al paese un aspetto unico e suggestivo.